Archivi autore: garibaldi

Rassegna stampa fino a giugno 2019

CLICCARE SURassegna-stampa-a-giugno-2019

Pubblicato in EventiEsterni, Novità, Varie | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Bocciando s’ impara e si legge!

TORNEO E PRESENTAZIONE DI UN LIBRO SULLE BOCCE.
Una fine dell’anno scolastico insolita per i ragazzi più grandi della Primaria di Ne: quest’anno tanti allenamenti su di un gioco dei nonni che li ha entusiasmati, alla guida dell’esperto Silvio RAGGIO che ha coinvolto alcuni campioni, anche nazionali, e volontari della Federazione Italiana Bocce. Il calcio pervade di solito il tempo libero dei ragazzi, che appena sono in un piccolo gruppo, anche se non hanno una palla, tirano calci persino alle bottiglie di plastica vuote. Ma hanno scoperto che può essere appassionante questo antico gioco, che esistono campi da bocce in tutte le frazioni da cui provengono, che vale la pena togliere l’erba e tornare a giocarci, che bastano poche bocce, un boccino e un percorso in piano. Seguitissimo quindi il torneo finale di fine Scuola, a squadre e a punti e l’incontro emozionante con l’autore Bruno Bergamo, che ha scritto il libro “Scampoli di bocce nel levante ligure”, ora consultabile nella Biblioteca Hugo Plomteux di Ne. I ragazzi, ma anche i familiari presenti, sono stati toccati da una pagina letta a viva voce, che racconta di quando Bruno era piccolo e giocava a bocce nel cortile della Scuola di Conscenti, dove c’era un campetto nella zona dove ora è edificata la palestra. Tra i compagni di allora il da lui citato Drialin, che si è commosso parlando dell’autore, meglio conosciuto qui come il figlio di una persona soprannominata “Lecce, u Carbunin”, di cui era famoso persino il cane, diventato proverbiale: “U can du Lecce”. Una bella festa di fine anno, con bocce in premio alle squadre prima, seconda e terza classificata, oltre ad attestati con ricordini per tutti, consegnati dalla neo sindaco Francesca Garibaldi, che ha espresso la disponibilità a facilitare la continuazione, mettendo a disposizione il campo da bocce comunale, illuminato già la sera del 25 giugno, dalle ore 21. Giocheranno i ragazzi, a “Volo e Petanque”, sempre grazie alla davvero meritevole Federazione Italiana Bocce: sarebbe bello tornassero gli adulti, per rimettersi in gioco pure loro, in questo divertimento che non è solo dell’entroterra ligure di Levante, ma praticato anche in altre nazioni: i nostri ragazzi marocchini lo conoscono infatti benissimo. Tradizione locale dunque e cultura comune più di quanto si pensi. Nella Biblioteca di Ne anche altri libri sugli antichi giochi.

Pubblicato in EventiEsterni, Novità, Varie | Contrassegnato | Lascia un commento

Rassegna Libraria “MIELE E… SEGRETI DELLE API”

il miele e i suoi segreti

Inaugurata il 25 novembre 2018, durante la giornata dedicata al MIELE, in Valgraveglia, alla presenza di apicultori e autorità provenienti dai cinque Parchi Regionali Liguri, la Rassegna Libraria tematica (finanziata anche dall’Ente Parco Aveto), rende fruibili testi e video aggiornati, sia per un livello infantile sia per un livello adulto, amatoriale o professionale. Nell’entrotera ligure la produzione del miele di qualità è importante. Agli spunti per migliorare l’allevamento e l’habitat delle api sono interessati non solo i ragazzi delle Scuole ma anche gli abitanti, i coltivatori e i produttori di miele.
La Rassegna permanente è consultabile nella Biblioteca HUGO PLOMTEUX di Conscenti, in tempo scolastico e durante l’apertura pomeridiana al pubblico, ogni martedì e giovedì, dalle ore 16 alle ore 19.

Pubblicato in EventiEsterni, Novità, Varie | Lascia un commento

Librinscena…”Nel PAESE dei BALOCCHI”

Col sole dell’ultima settimana finalmente gli antichi carugi si sono animati, in questo periodo, come da tre anni: teatro per concludere l’iniziativa nazionale di LIBRIAMOCI 2018, promossa da MIUR, MIBACT e CEPELL, e organizzata in Val Graveglia dalla Biblioteca Scolastico Civica Hugo Plomteux, facente parte dell’ Istituto Comprensivo Statale di Cogorno. I ragazzi, tutti con la mappa in mano, hanno cercato i personaggi che recitavano parti dello spettacolo “Pinocchio, Pinocchio!!” di TeatrOvunque: nei vicoli, una scenografia eccezionale, come fosse creata apposta: un cortile per Lucignolo, che roteava un lazo; un “vortino” in pietra a vista e uno slargo, con attrezzi del passato e la legna, per Geppetto; scalette ed una finestra ad arco per la bella Fata, azzurra e canterina; un carretto e un prato per il Gatto, truffato a sua volta dalla Volpe; un meandro oscuro per Mangiafuoco.

E alla fine tutti sul piazzale di s.Lorenzo, per il finale. Pinocchi ? Tantissimi, piccoli e grandi, che hanno scritto in foglietti le loro marachelle e bugie, mettendole nella “corba” della Fata Turchina. Eccone alcuni tra i tanti: “Mi porto le caramelle a letto e la mamma non lo sa”; “Da piccola ho detto che avevo le ali”; “Quando io e mia sorella abbiamo rotto il termometro l’abbiamo messo in tutti i buchi delle porte, dove erano le chiavi, per non farlo scoprire dalla mamma”…Ci si potrebbe pubblicare un libro…Gli abitanti dei carugi, sono stati molto contenti di questa valorizzazione.. Guardavano dal terrazzino o scesi tra il pubblico, divertendosi anche loro, o commuovendosi, per le parole di papà Geppetto.. I carugi non sono vecchiume, come a volte qualcuno pensa: sono antichi e lì, un tempo, nella casa della Tavin c’era il Municipio, che ancor prima era nel bosco, al crocevia di sentieri. Poi, verso il 1926, è stato costruito il Municipio in piazza e davanti, sulla strada sterrata, ci arrivavano i carri tirati dai muli. Un libro aperto, tra pagine animate da un capolavoro di Collodi e luoghi da leggere! Per l’occasione è stato distribuito un fax simile del GIORNALE PER I BAMBINI del 1881, dove Carlo Lorenzini, in arte Collodi, scrisse la prima puntata delle avventure del celebre burattino.
Inutile dire che il libro è stato letto a viva voce, a puntate, nelle classi…e…prestato in ogni sorta di edizione, pop up e non, in biblioteca!|Cantato, anche, con le canzoni tematiche di Bennato, Dorelli e dei POOH…

Pubblicato in Varie | Lascia un commento