le Attività

Si fa riferimento all’elenco dettagliato nelle pagine 12-14 del documento “Scheda Biblioteche Rete del Mandillo”. Inoltre si specifica, riguardo alle attività

a) strettamente collegate alla didattica:

consultazione di testi correlati al curricolo, ascolto e canto di brani musicali in dotazione, visualizzazione su LIM di DVD a integrazione delle attività, costruzione di libri narrativi e divulgativi (anche con i metodi di P.Johnson), di personaggi e ambientazioni.
Riduzioni drammaturgiche.

 

b) di promozione della lettura e della cultura del libro:

orienteering in biblioteca, ascolto della lettura espressiva dell’adulto, lettura individuale, prestito di testi, audiovisivi e cd per libera scelta; percorsi di lettura tematici e itineranti; animazione teatrale di testi con diverse tecniche (burattini, ombre cinesi, teatro d’attore, kamscibai); rassegne librarie, incontri con autori, illustratori, disegnatori di fumetti, musicisti e attori professionisti.
Costruzione di un cartone animato ed elaborazione di un sito web sull’organizzazione delle biblioteche e il piacere di leggere.
Festival del Libro nel borgo, anche in notturna (La notte dei Libri
insonni), con bancarelle e letture presentate dai ragazzi agli adulti e viceversa (anche al mercatino settimanale o durante attività o iniziative sul territorio)
Visite a redazioni, librerie e altre biblioteche. Mostre mercato.
Indicazioni bibliografiche per le vacanze.

 

c) di educazione alla ricerca:

metodologia della ricerca informazioni nelle frasi, in brani, pagine, libri singoli o plurimi, integrando le notizie bibliografiche con quelle orali e informatiche (attraverso Internet e LIM); stimolazione a porsi liberamente delle domande e a cercare risposte significative anzitutto per proprio interesse e curiosità; costruzione della mappa concettuale di uno e poi più periodi, o brani, anche per imparare un metodo di studio.

Visite ambientali esterne ed elaborazione – comunicazione delle informazioni, utilizzando diversi mezzi e materiali; costruzione di monografie stampate e distribuite alla popolazione.

 

d) collegate al territorio:

attivazione pluriennale in Progetti Ambientali, con elaborazione di materiali da esporre anche oltre il comprensorio. Interviste in biblioteca relative alla cultura contadina, alla prevenzione degli incendi boschivi, alla individuazione di antiche biodiversità locali da salvaguardare; interventi di esperti in scienze dell’alimentazione, agronomi, apicultori, con possibilità di apertura al pubblico in alcune fasi. Letture e laboratori di ricerca informazioni sono svolti anche con libri portati sul territorio, in borghi, boschi , colture o sotto gli alberi monumentali. Elaborazione successiva di libretti creativi e divulgativi che hanno vinto, nel tempo, anche premi nazionali (come tre libri pop up elaborati per il concorso Bimboil). Sulle interviste ai nonni che si chiamano Garibaldi, nel territorio dove nacque Angelo, il nonno di Giuseppe e sulla storia raccontata da Annita Garibaldi Jallet, nipote dell’eroe, è in ultimazione una pubblicazione cartacea e on line.

Sono costruiti anche in biblio – laboratorio manufatti legati alle letture e alle attività in corso, come ad esempio segnalibri con le erbe e aquiloni in tinte naturali (“Progetto ALLA RICERCA DEL GUSTO”), statuine di Garibaldi o di personaggi dei libri con segatura pressata e colla, cantastorie illustrati.

 

e) collegate alle nuove tecnologie:

utilizzo di immagini digitali, costruzione di power point, locandine e pieghevoli sulle iniziative, cicli di film a integrazione del curricolo proiettati su LIM, comunicati stampa e GT ragazzi con trasmissione sulla Rai dalla biblioteca. Dopo una formazione e una pre ricerca si è conclusa, con l’aiuto di esperti qualificati, la realizzazione di un cartone animato sul piacere di leggere e di utilizzare le Biblioteche. La produzione potrebbe costituire uno spontaneo strumento di formazione con diversi livelli di fruizione e divulgazione. Ed è stata inviata a concorsi nazionali (Sottodiciottofilmfestival).

 

f) altro:

è stata avviata la costruzione del sito web, aggiornata alle nuove esigenze e con ipotesi di evoluzione interattiva ulteriore, si auspica con l’aiuto del MIUR per quanto attiene il nostro Progetto Biblioteche Innovative Digitali; potranno afferire, con i loro materiali e fruendo di piattaforme on line, le Biblioteche Scolastiche in rete, essendo sempre maggiore l’esigenza comunicativa e di cooperazione.

Salta all’inizio